DIDATTICA - Pareri

Atto di Diritto Civile e di Diritto Penale del 18/02/2017

Atto di diritto civile del 28/01/2017
 
 
In data 21 giugno 2016, in conseguenza di un temporale notturno, il dott. Giuseppe Portello, residente in Napoli, al Viale Gramsci n. 56, ha subito nel proprio appartamento improvvise e copiose infiltrazione di acqua piovana presumibilmente dovute a cattiva manutenzione della sovrastante terrazza di proprietà esclusiva del dott. Renato Vinciguerra.
Tali infiltrazioni, oltre all’ovvio disagio, hanno determinato gravi danni alla controsoffittatura del salone di casa Portello e la rovina di un quadro di Anton Sminck van Pitloo, di valore stimato pari a euro 30.000.
Il dott. Vinciguerra rifiuta ogni responsabilità sul presupposto che trattasi di infiltrazioni dovute alla rottura del circuito di raccolta e scarico dell’acqua piovana. E, dunque, che il danno sia da ascrivere al condominio, amministrato dal ragioniere Marco Esposito, anch’egli residente nel medesimo fabbricato.
Assunte le vesti dell’avvocato del dott. Portello, se ne tutelino le ragioni.
chiedendo chiarimenti in merito ed affermando che la sopraelevazione non lederebbe in alcun modo le condizioni statiche dell’edificio.
Il candidato, assunte le vesti del legale di Caio, premessi brevi cenni sul diritto di superficie, rediga parere motivato.
 ATTO DI PENALE DEL 28/01/2017
 
 
Caia è una donna che, nonostante sia fidanzata da molti anni con Tizio, si innamora di Sempronio e decide di troncare la precedente relazione.
Tizio, non riuscendo a rassegnarsi all’idea, prova in tutti i modi a convincere la donna a tornare insieme, telefonandole in continuazione e chiedendole incontri chiarificatori.
Caia, tuttavia, è ormai decisa a restare insieme a Sempronio e, durante l’ennesimo incontro con Tizio, glielo dice chiaramente chiedendogli di non insistere più.
L’uomo, tuttavia, non riesce a rassegnarsi e inizia a recarsi presso i luoghi abitualmente frequentati da Caia, nonché nelle immediate vicinanze del suo ufficio, per poterla incontrare, senza, però, riuscirci.
La costante presenza di Tizio viene notata dagli amici e dai colleghi della donna che la avvisano, consentendole di evitare qualsiasi contatto.
La situazione si protrae per un lungo periodo, durante il quale l’uomo inizia a chiedere informazioni ai colleghi ed agli amici di Caia, che puntualmente glielo riferiscono, ingenerando nella stessa sia un grave stato di ansia derivante dall’impossibilità di muoversi liberamente per non incontrare Tizio, che una sensibile alterazione delle proprie abutidini di vita.
Esausta, la donna si reca in Procura e sporge querela per stalking nei confronti dell’ex compagno.
Dopo alcuni mesi, però, alla donna viene notificata, ex art. 408 c.p.p., una richiesta di archiviazione avanzata dal P.M., il quale, senza neanche ascoltare Caia a sommarie informazioni, aveva ritenuto l’insussistenza del reato sul presupposto che gli appostamenti non avevano mai portato ad un contatto diretto tra l’indagato e la persona offesa.
Caia si reca, dunque, dal proprio avvocato per sapere se esista la possibilità di opporsi a tale determinazione.
Il candidato, assunte le vesti del legale di Caia, rediga l’atto ritenuto più opportuno.    
iche dell’edificio.
Il candidato, assunte le vesti del legale di Caio, premessi brevi cenni sul diritto di superficie, rediga parere motivato.
  


CONTATTI

Sede:

Via Arangio Ruiz 83
80122 Napoli (Na)

Lun - gio (09:00 - 18-00)
sabato (09:00 - 13:00)

Tel e fax:
081 761 47 03

349 67 02 654
346 51 99 045

E mail:

corsi@mcmiliterni.it