DIDATTICA - Pareri

Parere di civile del 07-11-2015

Tizio, padre di Caio, Mevio e Sempronio e titolare di un cospicuo patrimonio immobiliare, donava a Caio e Mevio, rispettivamente, due unità immobiliari, riservandosi fino alla sua morte il diritto di usufrutto.
Nel corso del 2001, Tizio stipulava con Caio, Mevio e Sempronio un accordo in forza del quale la restante parte dell’eredità sarebbe stata devoluta a Caio e Mevio, a fronte dell’impegno, da parte di questi ultimi, di liquidare il fratello Sempronio col pagamento di una somma di Euro pari a 100.000,00. Somma che, dal tenore letterale dell’accordo, avrebbe dovuto costruire il corrispettivo della rinuncia da parte di Sempronio ad avanzare ulteriori pretese connesse alla sua qualità di erede.
Sempronio, pentitosi di aver sottoscritto l’accordo, si rivolgeva ad un legale al fine di porre rimedio alla situazione occorsa.
Il candidato, assunte le vesti del legale, rediga motivato parere in merito alla vicenda de qua, soffermandosi in particolare sugli eventuali strumenti di tutela offerti dall’ordinamento.    


CONTATTI

Sede:

Via Arangio Ruiz 83
80122 Napoli (Na)

Lun - gio (09:00 - 18-00)
sabato (09:00 - 13:00)

Tel e fax:
081 761 47 03

349 67 02 654
346 51 99 045

E mail:

corsi@mcmiliterni.it