DIDATTICA - Pareri

Parere di civile del 10-10-2015

Caia, di anni 14, figlia di genitori separati ed affidata in via esclusiva alla madre, di ritorno da scuola, nell’atto di ricorrersi per fini lucidi con una sua compagna di classe, giunta nei pressi di un incrocio stradale attraversava improvvisamente la strada nonostante il semaforo rosso per i pedoni.
In quel frangente, Tizio, a bordo della sua moto, marciando a velocità moderata e comunque rispettosa dei limiti di velocità, si apprestava ad attraversare l’incrocio; resosi conto solo all’ultimo dell’incauto ed improvviso attraversamento di Caia, sterzava bruscamente per evitare di investirla, cadendo violentemente a terra.
Tizio, a causa del sinistro, riportava gravi lesioni agli arti inferiori, mentre i danni riportati dalla moto ne imponevano la rottamazione.
Tizio, quindi, data l’esclusiva responsabilità di Caia nella causazione dell’incidente, si rivolgeva al suo legale per valutare la possibilità di richiedere il risarcimento di tutti i danni, patrimoniali e non, subiti, con particolare riferimento alla possibilità di rivolgere tale richiesta nei confronti di entrambi i genitori di Caia.
Il candidato, assunte le vesti del legale di Tizio, premessi cenni sulla responsabilità dei genitori del fatto illecito del minore, rediga parere motivato illustrando le problematiche sottese al caso di specie.  


CONTATTI

Sede:

Via Arangio Ruiz 83
80122 Napoli (Na)

Lun - gio (09:00 - 18-00)
sabato (09:00 - 13:00)

Tel e fax:
081 761 47 03

349 67 02 654
346 51 99 045

E mail:

corsi@mcmiliterni.it