DIDATTICA - Pareri

Parere di diritto penale dell 08-11-2014

Sempronia, vedova con quattro figli minori, lavora in una fabbrica con turni alternati anche nelle ore notturne.
Il primo figlio di anni 16 è quello cui Sempronia affida i tre fratelli minori durante il periodo di sua assenza dalla casa coniugale. Purtroppo la donna viene a conoscenza da una delle due femminucce Caia di anni 12 che, in sua assenza il primogenito procede a strani toccamenti nelle parti intime non astenendosi da comportamenti che sessualmente devono ritenersi  riprovevoli. Ciononostante Sempronia di frequente, allorché è di turno la notte, invita Mevia, amica di scuola di Caia, a pernottare presso la loro abitazione. Mevia, confidandosi con i genitori, riferisce dello scorretto comportamento sessuale del primogenito, non solo nei confronti dei fratelli minori, ma anche nei suoi confronti più volte sessualmente molestata per cui i genitori di costei procedono a denunziare Sempronia di quanto successo alla figlia e al nucleo familiare di Sempronia nelle ore notturne.
Sempronia si giustifica innanzi alle forze dell’ordine ammettendo di essere venuta a conoscenza di taluni episodi incresciosi posti in essere dal suo primogenito Tizio, ma di non potersi sottrarre alle necessità lavorative.
Il candidato, assunte le vesti del difensore di Sempronia, rediga motivato parere, individuando al “notizia criminis” proposta dalla madre di Mevia.


CONTATTI

Sede:

Via Arangio Ruiz 83
80122 Napoli (Na)

Lun - gio (09:00 - 18-00)
sabato (09:00 - 13:00)

Tel e fax:
081 761 47 03

349 67 02 654
346 51 99 045

E mail:

corsi@mcmiliterni.it